STEFANO CANTO

 

 1
OPEN STUDIO
ALL THAT FALL
STEFANO CANTO
N38E13 # CROWDFUNDING
24 maggio 2014
17.00 | 21.00
N38E13
Via Maqueda 7, Palermo
Sabato 24 maggio, N38E13 presenta l’OPEN STUDIO di Stefano Canto. L’artista espone le opere
e i risultati dello studio preparatorio per la realizzazione dell’installazione ALL THAT FALL a
cura di Salvatore Davì, che si inaugura il 3 luglio del 2014, presso la Cappella dell’Incoronazione
di Palermo, spazio off di Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia. Il progetto prende
forma grazie al protocollo d’intesa stipulato tra il Museo e N38E13, nell’ambito delle attività
multidisciplinari avviate da Riso per la valorizzazione dell’arte contemporanea.
L’OPEN STUDIO presenta l’avanzamento dei lavori, il processo di ricerca e le opere prodotte
da Stefano Canto, concepite come tasselli propedeutici alla realizzazione dell’installazione.
L’incontro rappresenta un momento di confronto con il pubblico, con i sostenitori e con chi sarà
interessato a contribuire al progetto con una donazione. L’artista offrirà, in cambio, una delle
opere prodotte per sostenere finanziariamente la realizzazione dell’installazione.
Nei giorni successivi al 24, sarà possibile visitare l’OPEN STUDIO su prenotazione.
L’attività di N38E13 mira ad attivare un processo sostenibile per la realizzazione
dell’installazione. Rafforzare la credibilità di un progetto culturale attraverso la sostenibilità
diventa necessario per uno sviluppo trasparente e virtuoso. Le operazioni di crowdfunding e
fundraising permetteranno ai singoli soggetti, alle associazioni e alle imprese, che decideranno
di sostenere il progetto, di presentarsi come agente attivo, come promotore e sostenitore di un
evento culturale che si fonda su un modello etico basato sulla condivisione. La campagna di
crowdfunding prevede una serie di iniziative e momenti dedicati alla promozione di ALL THAT
FALL.
OPEN STUDIO / ALL THAT FALL / STEFANO CANTO / N38E13 # CROWDFUNDING
2
GLI OBIETTIVI DI ALL THAT FALL SONO
• sensibilizzare il tessuto sociale di riferimento e creare dinamiche
partecipative per la promozione del territorio attraverso proposte volte alla
cura e alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico di Palermo
e della Sicilia
• implementare processi turistici di accesso e partecipazione attraverso l’arte
contemporanea e la sua restituzione in termini di incisiva riflessione sul territorio
SOSTIENI – ALL THAT FALL
info@n38e13.com
www.n38e13.com
ALL THAT FALL
ALL THAT FALL è un’installazione concepita come simbolo della complessità estetica che
contraddistingue il paesaggio urbano di Palermo, un omaggio alla città e alla sua memoria.
L’opera si fonda su una ricerca che tocca i punti nevralgici di un passato che si manifesta
nell’instabilità contemporanea e nei forti mutamenti urbani e sociali che hanno plasmato
la struttura e l’assetto urbano del capoluogo siciliano. La perdita di equilibrio, l’andamento
sincopato sono i cardini di un’installazione che si deposita come una membrana sulla
superficie della Cappella dell’Incoronazione. ALL THAT FALL è una nuova rappresentazione
planimetrica, una nuova fase di sedimentazione, che si aggiunge alla storia e alla leggenda del
sito monumentale, scelto come simbolo della complessità di un’intera città.
La campagna di CROWDFUNDING, attivata da N38E13, accompagnerà l’intero progetto fino
alla realizzazione dell’opera presso la Cappella dell’Incoronazione. L’installazione ALL THAT
FALL è un progetto di N38E13 realizzato in collaborazione con Riso – Museo d’Arte Moderna e
Contemporanea della Sicilia e con il supporto tecnico dell’ufficio stampa di Azoto projects &
communication.
3
STEFANO CANTO
La ricerca dell’artista ha avuto inizio dall’osservazione dell’ambiente circostante, inteso come
una realtà complessa, polimorfa e polisemantica, costituita da molteplici elementi, in continuo
dialogo gli uni con gli altri, dotati di una propria identità e di proprie valenze simboliche,
evocative e comunicative.
I campi d’indagine sono la semiotica dell’oggetto, dell’architettura e dei luoghi, nella
convinzione che l’oggetto e il suo contesto d’inserimento, contenuto e contenitore, siano
strettamente connessi in un rapporto di contiguità logica e semantica. Stefano Canto ha
iniziato ad esplorare la possibilità di distorcere il linguaggio degli oggetti, manipolandone
fisicamente la struttura.
Scelto un oggetto, questo viene scomposto e analizzato in ogni sua componente, poi riassemblato
in maniera tale che la sua forma apparente la sua funzionalità e il suo significato
siano stravolti. Successivamente, la sua ricerca ha iniziato a spostarsi dall’oggetto ai luoghi,
naturali e urbani, e alle strutture architettoniche.
Si è interessato, in particolare, a quel fenomeno della scienza urbanistica, noto con il termine
“sprawl” o “Città diffusa” che vede la crescita smisurata di un’area metropolitana a discapito
del territorio circostante, ed è andato a rintracciarne le origini e gli elementi embrionali.
OPEN STUDIO / ALL THAT FALL / STEFANO CANTO / N38E13 # CROWDFUNDING
Mostre personali:
2012 “Selbstbewegung”,
Galleria Corpo 6, Berlino.
2009 “Stato Vegetale”,
Galleria Romberg, Roma.
2006 “Stefano Canto”,
Galleria Romberg, Latina.
Mostre collettive:
2013 “Schwarzer Hund”,
Galleria Corpo 6, Berlino.
2013 “In basso come in alto”,
Galleria Dimora Artica, Milano.
2013 “Recupero”, Triennale di Milano.
2013 “Access Landscape Access”,
N38E13, Palermo.
2013 “Come Avanguardie di un altro Sistema
Solare”, Galleria Dimora Artica, Milano.
2012 ”The stones are my idea of
imagination”, Museo del Marmo,
Carrara.
2012 “In The Meanwhile”,
Galleria BT’F, Bologna.
2012 “Connect the dots (and see the
unseen)”, MACRO, Roma.
2011 “Quest”, Casa delle Letterature,
Oratorio dei Filippini, Roma.
2011 “1..,2..,3..,Stella”, Galleria Civica di Arte
Moderna, Spoleto.
2011 “La Costante Cosmologica”,
Fondazione Rocco Guglielmo,
Catanzaro.
2010 “Bachem-Natter Happy-Christmas”,
Galleria Civica di Arte Moderna
Spoleto.
2010 “Grand Exibition of selected paintings
of Chinese, Italian and International
Artist”, International Convention
Center, Wison Art Center. Shanghai.
2010 “Contemporary Energy. Italian
Attitudes”, SUPEC, Shanghai.
2009 “Focus on the environment”
Studio Fontaine, Viterbo.
2007 “Superfici mai superficiali”,
Castello di Pizzoli, Aquila.
2006 “Non sono quello che sono”,
Istituto Superiore Antincendio, Roma.
Premi:
2011 “Premio Laguna”, finalista,
Arsenale di Venezia.
2009 “Premio Laguna”,finalista,
Arsenale di Venezia.
2009 “Premio Terna 02”,
vincitore secondo premio Gigawatt,
“Energia:Umanità=Futuro:ambiente”,
MAXXI, Tempio di Adriano, Roma.
2009 “Premio Celeste”, finalista,
Fabbrica Borroni, Milano.
2006 Premio Mario Razzano, finalista,
Benevento, Associazione Proposta.
2005 Premio Roma, vincitore primo premio,
Tempio di Adriano, Roma.
4
OPEN STUDIO / ALL THAT FALL / STEFANO CANTO / N38E13 # CROWDFUNDING

Condividi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *